22.4 C
Sofia
martedì, Agosto 9, 2022

I turisti hanno pagato 900 BGN (450 EUR) per il trattamento del loro bambino a Sunny Beach – Novinite.com – Sofia News Agency

...da leggere assolutamente

Una famiglia bulgara, che lavora e vive in Germania, ma ha scelto di riposare a "Sunny Beach", ha pagato la somma di 450 euro per poter fornire assistenza medica al proprio figlio. Il 3 agosto, la bambina di quasi 6 anni ha avuto la febbre e ha avuto disturbi allo stomaco. Dopo aver visitato le strutture sanitarie di Nessebar e "Sunny Beach", la famiglia è finita in un centro medico privato, dove il bambino ha ricevuto aiuto. Tuttavia, la sorpresa è arrivata quando hanno ricevuto la fattura con l'importo di 450 euro.

"Siamo andati da un ufficio all'altro. Nessuno voleva rilasciarci un documento per la revisione. Ho trovato questo centro su Internet e ho chiamato per chiedere se mi avrebbero rilasciato un documento. Hanno confermato, ma poi non ho chiesto informazioni i prezzi", ha detto il padre del bambino.

La permanenza del bambino al centro medico è durata circa 3 ore. "È stata visitata da un pediatra. L'infermiera è venuta solo per vedere fino a che punto era arrivato il sistema, ma niente di più. Le hanno prelevato un campione di sangue per lo zucchero. Hanno anche fatto un test per l'antibiotico che inietteranno nel sistema e che vero?" disse la madre del bambino.

Secondo i genitori, è stato detto loro di lasciare l'abate con il bambino poiché dovevano tornare il giorno successivo. "Non mi sarei mai aspettato una cifra del genere per un bambino. Mi aspettavo che fosse intorno ai 150 euro", ha aggiunto il padre.

Il direttore del centro medico ha spiegato a Nova TV che c'erano prezzi visualizzati ovunque. Il centro sta lavorando con loro e sono stati approvati dall'NHIF per 20 anni. Tutto il resto lo ha definito "speculazioni". I genitori del bambino hanno negato questa informazione.

Anche l'ex ministro della Salute, la dott.ssa Mimi Vitkova, ha commentato l'argomento. "Quello che impariamo da questo caso particolare non è una novità. Questo accade sia nelle nostre località di mare che in montagna. Il problema è dove si trova lo stato in tali situazioni", ha affermato.

"Dopo aver visto che in una situazione di emergenza per un bambino viene raggiunto un tale importo, la domanda è se lo stato controlla anche ciò che accade in questi resort. È necessario sapere in anticipo come è organizzata l'assistenza medica lì", Vitkova aggiunto.

Seguire Novinite.com Su Twitter e Facebook

Scrivici a editori@novinite.com

Информирайте се на Български – Novinite.bg

/Nova

- Advertisement -spot_img

Altri articoli

- Advertisement -spot_img

Ultimissime