22.4 C
Sofia
martedì, Agosto 9, 2022

Il dialogo con i decisori è necessario per risolvere i problemi dei giovani in Bosnia-Erzegovina – European Western Balkans

...da leggere assolutamente

SARAJEVO – La cooperazione tra giovani e decisori è necessaria, si è concluso durante il panel “Partecipazione dei giovani al processo decisionale e EIP per il WB6”, organizzato dal Consiglio dei giovani della Federazione di Bosnia ed Erzegovina.

Il Consiglio dei Giovani della Bosnia ed Erzegovina fa parte del Connettere i giovani piattaforma, istituita nel 2017 per promuovere la connettività giovanile nella regione. È l’unica iniziativa del suo genere che funziona come uno strumento metodico per promuovere la cooperazione e il dialogo tra i giovani come mezzo per una regione resiliente e diversificata.

Durante il panel, l’accento è stato posto sul dialogo dei giovani con i decisori e si è concluso che questo è l’unico modo per creare condizioni migliori per i giovani. I relatori hanno sottolineato la necessità di fornire ai giovani uno spazio adeguato per influenzare le decisioni che li riguardano.

“L’impressione generale è che entrambe le parti possano certamente fare di più, ed è particolarmente necessario lavorare per informare e rafforzare i gruppi di giovani che avranno uno spazio in cui le loro opinioni siano ascoltate e la voce sia riconosciuta come chiave per creare messaggi di qualità per i giovani” , si è detto durante il panel.

Nedim Alibegović, Segretario Generale del Consiglio dei Giovani della Bosnia ed Erzegovina, afferma per EWB che alcune delle conclusioni di base del panel sono che è necessario continuare a creare un piano per l’attuazione del Programma di Garanzia per i Giovani in Bosnia ed Erzegovina.

„È necessario continuare a lavorare sulla creazione di gruppi di lavoro con l’obiettivo di creare un piano per l’attuazione della Garanzia per i giovani in Bosnia-Erzegovina, il prima possibile. Inoltre, è molto importante investire denaro affinché i programmi per l’occupazione diano i risultati attesi“, ritiene Alibegović.

Sottolinea che il Piano economico e di investimenti è un’opportunità per fornire i fondi necessari per l’attuazione del programma Garanzia per i giovani.

Foto: Consiglio dei giovani della Federazione di Bosnia ed Erzegovina

“È necessario includere i giovani nei processi relativi all’attuazione del Piano economico e di investimenti per i Balcani occidentali e del programma IPA III”, ha affermato Alibegović.

Secondo il Segretario Generale del Consiglio della Gioventù della Bosnia Erzegovina, non ci sono abbastanza opportunità per i rappresentanti del governo ei giovani di avere un dialogo, e questo evento è uno di questi.

“In questo evento, è previsto che i rappresentanti del governo e i giovani conducano un dialogo e lavorino insieme. Pertanto, dobbiamo creare un quadro in cui questi dialoghi saranno continuati e costanti perché tali processi possono aiutare i giovani e migliorare la loro posizione in Bosnia ed Erzegovina”, afferma Alibegović.

Al termine dell’evento, si è tenuta una tavola rotonda sul tema: “Piano economico e di investimenti per i Balcani occidentali agli occhi dei giovani”, dove i nostri ospiti erano rappresentanti del Consiglio di cooperazione regionale (RCC) e del Consiglio federale per l’occupazione Agenzia.

“Tenendo presente che questo documento è ancora sconosciuto al grande pubblico, abbiamo discusso i prossimi passi verso il miglioramento delle politiche occupazionali per i giovani e un migliore collegamento tra i paesi dei Balcani occidentali. Abbiamo prestato particolare attenzione alla “Garanzia per i giovani” e al “ Mercato comune regionale” come modelli in base ai quali la Regione si è impegnata ad adoperarsi e per i quali le strutture giovanili in Bosnia-Erzegovina svolgeranno un ruolo attivo nel sostenere e monitorare questi importanti processi per i giovani della Bosnia-Erzegovina. “, ha concluso Alibegovic.

- Advertisement -spot_img

Altri articoli

- Advertisement -spot_img

Ultimissime