22.4 C
Sofia
martedì, Agosto 9, 2022

Ministro dell'Interno bulgaro: aumenta la pressione dei migranti, ma non ci sono condizioni di preoccupazione – Novinite.com – Sofia News Agency

...da leggere assolutamente

Ministro ad interim degli affari interni Ivan Demerdzhiev,@BNR

“La pressione dei migranti sul confine bulgaro-turco è aumentata, ci aspettiamo che aumenti e siamo pronti a contrastarla. Finora non c'è motivo di preoccuparsi”. Lo ha affermato il ministro degli interni ad interim, Ivan Demerdzhiev, che ha ispezionato il confine bulgaro-turco nell'area di responsabilità della polizia di frontiera di Elhovo.

Dermendzhiev ha affermato che nello stesso periodo dell'anno scorso, la pressione migratoria è aumentata di quasi 6 volte e, rispetto al mese scorso, di circa il 24%. Nei primi sette mesi dell'anno si sono verificati oltre 60.000 tentativi di varcare il confine. Per lo più da persone provenienti dalla Siria e dal Medio Oriente.

"Ci siamo familiarizzati con la situazione e i problemi. Finora non ci sono motivi di preoccupazione. Le forze a disposizione stanno affrontando. Ci sono circa 860 persone assegnate dall'interno del Paese – forze di polizia che assistono la Polizia di frontiera. Siamo attentamente, monitorando quotidianamente il quadro e se c'è un cambiamento, siamo pronti a reagire con forze aggiuntive e con un cambiamento nell'organizzazione", ha affermato Dermendzhiev.

“Ad oggi non sono necessarie forze aggiuntive, ma se c'è un cambiamento, risponderemo immediatamente. La dinamica degli eventi ci impone di monitorare quotidianamente questi processi”, ha aggiunto.

Secondo Dermendzhiev, la recinzione è in buone condizioni, l'attrezzatura tecnica è funzionale.

Per quanto riguarda le elezioni anticipate, di cui sarà responsabile Dermendzhiev, ha affermato che sono già entrate in comunicazione con la Commissione elettorale centrale e che le riunioni sono in arrivo all'inizio della prossima settimana.

"Vi assicuro che tutto ciò che esiste come buona pratica verrà implementato. Ma la nostra ambizione è catturare questa volta le persone che stanno dietro a questo voto, e non solo ostacolarlo, come è successo finora. Non per mancanza di volontà, ma di capacità sufficiente in questa direzione. L'obiettivo era prevenire il voto comprato, a questo obiettivo aggiungiamo l'identificazione delle persone che si occupano di questo e di assumersi la corrispondente responsabilità penale", ha affermato Dermendzhiev.

Seguire Novinite.com Su Twitter e Facebook

Scrivici a editori@novinite.com

Информирайте се на Български – Novinite.bg

/BNT

- Advertisement -spot_img

Altri articoli

- Advertisement -spot_img

Ultimissime